Vacanze con bambini sui Sibillini

Home/Vacanze con bambini sui Sibillini

Sempre più spesso i Monti Sibillini, tra Marche e Umbria, sono meta di vacanza per le famiglie con bambini. L’aria pura, la natura incontaminata e le numerose attività all’aria aperta rendono i Monti Sibillini il luogo ideale una vacanza in montagna con i bambini e Sarnano si trova in posizione strategica per visitare questa zona delle Marche.

 

Ecco alcune proposte per scoprire questo meraviglioso territorio con i bambini.

 

Museo della Grotta della Sibilla a Montemonaco

 

I Sibillini sono montagne incantate, non solo per i loro paesaggi da favola, ma soprattutto per il patrimonio di miti e leggende che li riguardano, prima tra tutte quella della Sibilla, l’oracolo che secondo la tradizione popolare abitava dentro una grotta sulla cima dell’omonimo monte, che a sua volta dà il nome all’intera catena montuosa.  Da queste leggende popolari sono nate opere letterarie conosciute in tutta Europa come Il Paradiso della Regina Sibilla di Antoine De La Salle, un resoconto di viaggio che mescola cronaca e leggenda, e il Guerrin Meschino di Andrea Da Barberino, romanzo che ha riscosso enorme successo dalla sua pubblicazione nel Quattrocento fino al secolo scorso.

 

Se volete conquistare l’interesse dei più piccoli e avvicinarli al meraviglioso mondo delle leggende sibilline, non c’è niente di meglio di una visita al Museo della Sibilla di Montemonaco.

 

Durante la visita potete scoprire la leggenda della Sibilla Appenninica e del Lago di Pilato, osservare le foto delle numerose Sibille dipinte all’interno delle chiese del territorio, guardare come è cambiata la Grotta della Sibilla nel tempo: dalle fotografie in bianco e nero degli scavi degli anni ’50 fino ad oggi con l’ingresso ostruito da una frana. Potete anche ammirare da vicino la Gran Pietra ritrovata nei pressi del Lago di Pilato: si tratta di una lastra di pietra con incise iscrizioni alchemiche che ancora oggi non sono state interamente decifrate. Inoltre, potete conoscere i risultati delle ultime indagini sulle cavità del Monte Sibilla che confermano in parte quanto raccontano le leggende. Infine, potete provare l’emozione di entrare dentro la Grotta, riprodotta all’interno del museo, alla quale si accede con uno scivolo, pensato proprio per il divertimento dei più piccoli.

 

Il Museo della Grotta della Sibilla si trova all’interno di Villa Curi nel centro storico di Montemonaco ed è aperto da luglio a ottobre, tutti i giorni.

 

Museo Antropogeografico o Museo del paesaggio di Amandola

 

“Si vede quello che si conosce. Ciò che non si conosce non si riesce a vedere”, diceva Goethe. È questo lo spirito con cui Legambiente e Parco Nazionale dei Monti Sibillini hanno istituito il Museo Antropogeografico di Amandola: un percorso interattivo per scoprire le caratteristiche naturali e culturali del territorio attraverso l’osservazione del paesaggio.

Particolarmente interessante per i bambini, il Museo si articola in quattro aree ognuno dedicata a un particolare aspetto del territorio: il paesaggio scandito dalla diversità biologica, il paesaggio umano, il paesaggio del futuro e la rappresentazione del paesaggio. Il percorso, fatto di immagini ed esperienze multimediali, è un viaggio educativo tra gli elementi caratteristici del territorio, un modo per imparare a leggere e a interpretare i segni della natura intorno a noi.

 

Il Museo del Paesaggio di Amandola è aperto tutti i giorni da giugno a settembre.

 

 

Giardino della Farfalle a Cessapalombo

 

Amatissimo dai bambini, il Gardino delle Farfalle di Cessapalombo è un percorso didattico per scoprire il coloratissimo mondo dei lepidotteri. Nel Giardino i bambini possono osservare le farfalle nel loro ambiente naturale, vedere da vicino bruchi e crisalidi e imparare a conoscere il misterioso processo della metamorfosi. Nell’orto, poi, possono toccare e annusare le piante officinali, aromatiche e selvatiche, e immergersi completamente tra i profumi, i colori e i sapori della natura.

Il Giardino dispone di un’area pic-nic e di un piccolo shop dove potete anche degustare e acquistare i prodotti tipici del territorio.

Su prenotazione è possibile partecipare ad attività didattiche, laboratori ed “esperienze letterarie” che incantano anche i grandi.

Il Giardino delle Farfalle di Cessapalombo è aperto da aprile a settembre dal mercoledì alla domenica, a luglio e agosto tutti i giorni.

Passeggiate a cavallo con bambini sui Sibillini

Una passeggiata a cavallo è un’esperienza indimenticabile per grandi e bambini, perché permette di ristabilire un contatto profondo con la natura e di entrare in sintonia con questi maestosi animali. L’equitazione aiuta anche a migliorare l’autocontrollo e l’equilibrio, stimola l’attenzione, la concentrazione, la capacità di orientamento, i riflessi e contribuisce a sviluppare il senso di responsabilità e rispetto verso le altre creature.

L’agriturismo Le Querce di Sarnano organizza corsi di equitazione per bambini ed escursioni a cavallo nei dintorni: l’ideale per scoprire i Monti Sibillini con tranquillità, immersi nel silenzio della natura accompagnati dal rumore degli zoccoli.

Trekking con gli asini

Scoprire i Sibillini a passo d’asino è un’esperienza indimenticabile, soprattutto per i bambini: permette loro di familiarizzare con gli animali, entrare in sintonia con loro, imparare a conoscere e rispettare i loro ritmi. Attenzione a non fraintendere però: gli adulti camminano con le loro gambe, gli asinelli possono portare in groppa soltanto i bambini ed eventualmente qualche zaino.

Nei pressi di Sarnano è possibile prenotare una passeggiata con gli asinelli presso il laboratorio WWF Credia “La Quercia della Memoria” di Vallato di San Ginesio.

 

Sempre nei dintorni di Sarnano, c’è anche l’Asinovia dei Sibillini, un sentiero escursionistico ad anello che collega il Comune di Cessapalombo a quello di Pievebogliana, passando per la località di Santa Maria Maddalena a 1.100 m di altezza.

 

Parco Avventura sul lago di Fiastra

Se volete risvegliare lo spirito da Indiana Jones che c’è in ogni bambino, non c’è niente di meglio di una capatina al parco avventura del lago di Fiastra: un percorso che si compone di ponti e passaggi sospesi tra gli alberi, tra cui gli ambitissimi ponte delle scimmie e ponte tibetano, e alcune teleferiche, di cui una lunga ben 130 m che attraversa il lago.

Il percorso può essere effettuato da adulti e bambini (altezza minima 140 cm), non servono particolari capacità fisiche e tutta l’attrezzatura viene fornita dai gestori (casco, imbrago di sicurezza con moschettoni e carrucola), l’importante è presentarsi con vestiti comodi e scarpe chiuse.

L’attività dura circa un’ora e mezza e va prenotata rivolgendosi alla Associazione Sportiva GAIA che gestisce il parco.

 

Orienteering nei boschi intorno al lago di Fiastra

In ogni bambino c’è un piccolo esploratore: allora perché non metterli alla prova con l’orienteering? Chiamato anche lo Sport dei Boschi, l’Orienteering, come dice il nome stesso, mette alla prova le capacità di orientamento. Muniti solo di bussola e mappa, dovete effettuare un percorso sempre nei pressi del Lago di Fiastra passando per tutti punti di controllo chiamati lanterne: un’attività divertentissima non solo per i più piccoli. Tranquilli, non c’è rischio di perdersi: anche questa attività è organizzata dall’Associazione Sportiva GAIA che di avventure nei boschi se ne intende.

Parapendio per bambini

Non c’è un’età minima per spiccare il volo, lo sapevate? Metafore a parte, un’altra attività da inserire nelle vostre vacanze con bambini è il parapendio. A Sarnano c’è uno dei siti di volo più famosi d’Italia per le sue correnti favorevoli praticamente tutto l’anno.

La Scuola di Volo Aeroclub dei Sibillini organizza voli in tandem con istruttori esperti per permettere a chiunque di sperimentare l’esperienza del volo libero. Non servono requisiti fisici particolari e non c’è un limite d’età, l’importante è essere in buona salute e avere un peso compreso tra i 30 e i 130 kg.

E per chi soffre di vertigini? Niente paura, che ci crediate o meno, in parapendio non si soffre di vertigini: merito del senso di stabilità dato dall’imbracatura e dalla posizione. Provare per credere.

 

Tiro con l’arco

Concentrazione, precisione, abilità manuale. Tre doti che spesso i bambini, nel caos quotidiano, esercitano poco e che invece sono fondamentali per il tiro con l’arco. Se volete, durante le vostre vacanze, potete cimentarvi in questa antichissima disciplina, uno sport molto rilassante che si sposa perfettamente con la tranquillità e la natura dei boschi e panorami dei Sibillini.

Per praticare il tiro con l’arco nei dintorni di Sarnano all’Associazione Sportiva GAIA a Fiastra oppure all’Associazione Arcieri del Chienti a Belforte.

 

 

Fioritura sui Piani di Ragnolo

Tra maggio e giugno, 37 varietà di orchidee selvatiche, insieme a genziane, ranuncoli, asfodeli, papaveri, violette e narcisi, sbocciano sui Piani di Ragnolo, altopiano sopra Sarnano, colorando i prati dei Sibillini di mille colori. Uno spettacolo della natura che affascina grandi e bambini e ci insegna a rispettare la natura per goderne appieno, perché ricordate: si tratta di piante protette, si ammirano, ma non si raccolgono.

Se non siete grandi conoscitori di botanica potete sempre avvalervi della compagnia di una guida naturalistica o partecipare a una delle numerose escursioni fotografiche che vengono organizzate tra maggio e giugno.

 

Le Cascatelle di Sarnano

Nelle vostre vacanze non può mancare una visita alle cascatelle di Sarnano, soprattutto se siete in compagnia dei vostri bambini. Del resto, le cascate hanno sempre qualcosa di magico: sarà il rumore dell’acqua che quasi ci ipnotizza, sarà che il profumo del sottobosco ha un fascino ancestrale, sarà la sorpresa di uno spettacolo inaspettato.

Le Cascatelle di Sarnano non sono altro che un piccolo salto del fiume Tennacola nei pressi di un antico mulino di pietra, situato a pochi chilometri dal centro lungo la strada che da Sarnano conduce a Bisio. La piccola cascata è immersa nel bosco ed è facilmente raggiungibile in ogni stagione, mostrando un fascino diverso in ogni periodo dell’anno.

A primavera, la cascata di rivela in tutta la sua potenza in mezzo al verde accesso degli alberi, d’estate, quando la corrente è più calma, si può persino fare un bagno rinfrescata proprio ai piedi della cascata, d’autunno i colori del fogliame incorniciano il fiume come in una tavolozza e d’inverno, con la neve, sembra davvero di essere entrati in un regno incantato.

Le Cascatelle sono raggiungibili a piedi dal centro facendo una breve passeggiata oppure in auto, parcheggiando al lato della strada a pochi passi dalla cascata.

Amatissime dai bambini e dai grandi, sono diventate nel tempo uno dei luoghi iconici di Sarnano, protagoniste anche di uno dei tre brevi cortometraggi prodotti per la promozione del territorio.

 

Monti Sibillini: escursioni adatte ai bambini

Tra i numerosi percorsi escursionistici dei Sibillini ce ne sono molti davvero semplici e adatti a tutti, anche alle famiglie con bambini.

Tra questi vi segnaliamo:

  • La Grotta di Soffiano, antico eremo francescano dove soggiornò lo stesso San Francesco, tra la località Terro di Sarnano e il convento di San Liberato
  • Le Lame Rosse, particolarissime formazioni naturali di ghiaia rossa nei pressi del lago di Fiastra
  • La cima di Pizzo Meta e i Piani di Ragnolo, vicino alle piste da sci di Santa Maria Maddalena di Sarnano
  • Le Gole dell’Infernaccio, nei pressi di Montefortino (AP), e, se i vostri bimbi sono abituati a camminare, anche l’Eremo di San Leonardo.

Una passeggiata tra i camosci

I Sibillini sono l’habitat naturale dei camosci, animali affascinanti, cugini selvatici delle più domestiche caprette.
Sebbene il luogo perfetto per osservarli nel loro ambiente naturale sia il Monte Bove, quest’escursione richiede un certo allenamento (il percorso è lungo 15 km, con 800 metri di dislivello) e non è adatta ai bambini a meno che non siano molto abituati.

Questo non significa che non possiate comunque ammirare questi splendidi animali da vicino. Infatti, tra il Monte Sassotetto e la valle del Fiastrone, nel comune di Bolognola, lungo il sentiero escursionistico E3 c’è un’area faunistica protetta dove sono stati reintrodotti dei camosci in semilibertà. Il sentiero è ormai noto anche per l’osservazione dell’avifauna dei Sibillini, al punto che è stato ribattezzato “Fra camosci e aquile”.

L’area faunistica è gestita dalla Cooperativa Alcina con sede a Fiastra che si occupa anche di organizzare escursioni guidate alla scoperta di questi affascinanti animali.

 

…e altro ancora

Queste sono solo alcune idee per una vacanza con bambini sui Sibillini, ma ovviamente non è finita qui. Sarnano e i paesi circostanti offrono opportunità per tutti i gusti: borghi medievali, soggiorni termali, cicloturismo, sport invernali, musei e percorsi storico artistici che incantano proprio tutti.

 

Una struttura adatta alle vacanze in famiglia

Se state progettando di trascorrere una vacanza con bambini a Sarnano, il nostro residence offre appartamenti da 3 a 6 posti letto, tutti immersi nel verde, con giardino privato, parcheggio, wi-fi e piscina in comune, situati a pochi passi dal centro di Sarnano. Ogni appartamento è dotato di tutto il necessario per trascorrere una vacanza in totale autonomia e pieno comfort. Inoltre, saremo lieti di aiutarvi a pianificare le attività durante il vostro soggiorno.

Contattateci per richiederci informazioni o prenotare un alloggio nel nostro residence.